VLT

VLT – apparecchi di cui all’articolo 110, comma 6, lettera b) del Testo unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18 giugno 1931, n. 773.

Le VLT sono apparecchi da intrattenimento con vincita in denaro che non presentano all’interno una scheda con il gioco residente; esse sono collegate in tempo reale ad un sistema centrale dove è presente un RNG (Random Number Generato) che definisce gli estiti delle giocate e l’ammontare dei premi. Il collegamento è su linee dedicate a banda larga, questo per garantire un elevato livello di sicurezza ed un’esperienza “real time” dei giochi. Il costo massimo della singola partita è pari a euro 10,00 (dieci/00), con una posta minima di gioco di 0,5 euro; il pagamento può avvenire tramite monete e/o banconote, tecnologie basate su sistemi di ticket e la ricollocazione in gioco dei crediti precedentemente vinti.
La vincita massima consentita, eccezion fatta per il jackpot, per ciascuna partita è pari ad euro 5.000,00 (cinquemila/00). Le vincite validate dal sistema di gioco sono erogate direttamente in sala, sino ad un massimo di euro 5.000,00 (cinquemila/00); per quelle superiori a tale importo, l’erogazione avviene a cura del concessionario secondo le modalità esposte al pubblico nella sala o sull’apparecchio videoterminale, nel rispetto della vigente disciplina in materia di antiriciclaggio.
Il sistema di gioco può consentire vincite superiori attraverso il meccanismo del jackpot.
I criteri di accantonamento degli importi destinati al jackpot sono differenti per ciascun sistema di gioco, nel rispetto dei limiti percentuali di raccolta di gioco destinata a vincita non superiore al 4% della raccolta di gioco complessiva.
La distribuzione degli importi di vincita jackpot può avvenire a livello di singola sala ovvero di sistema di gioco, anche con riferimento al singolo gioco. Nel primo caso l’esito vincente è relativo ad una puntata effettuata su uno degli apparecchi vidoterminali installati presso la sala interessata, nel secondo caso concorrono alla distribuzione del jackpot tutti gli apparecchi videoterminali collegati al sistema di gioco.
L’importo massimo del jackpot relativo a ciascuna sala è pari a 100.000,00 euro (centomila/00), quello del jackpot relativo a ciascun sistema di gioco è pari a 500.000,00 euro (cinquecentomila/00).
La percentuale delle somme giocate destinate alle vincite non può essere inferiore all’83% relativamente al sistema di gioco nel suo complesso e ad ogni singolo gioco. Tale parametro, validato dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per il tramite di un Organismo di Certificazione accreditato, è sottoposto a controllo al raggiungimento di un numero pari ad almeno 5.000.000 di puntate (con riferimento al sistema di gioco e ad ogni singolo gioco) e successivamente semestralmente, sulla base dei risultati forniti dal sistema di audit.

I giochi offerti non devono risultare lesivi del buon costume.

I giochi offerti non devono violare quanto disposto dalla vigente normativa in materia di diritti d’autore, marchi e brevetti.

I giochi devono prevedere un funzionamento, in modalità demo, che assicuri l’esemplificazione delle regole di gioco.
Elenco Organismi di Certificazione

Torna su